La Storia degli antichi Barber Shop

Il Barber Shop è un luogo pieno di storia. Il simbolo più noto che ci ricorda l’antico Barber Shop è certamente il Palo del barbiere.

E’ un’insegna antichissima, risalente al Medioevo, costituita da un’asta con un pomo all’estremità e una spirale di strisce bianche e rosse che ne percorre la lunghezza, nella versione americana viene usato anche il colore blu.

In un Barber shop ci si recava non solo per tagliarsi i capelli o regolare la barba: venivano svolti anche servizi quali l’incisione di ascessi, la ricomposizione delle fratture, l’estrazione di denti e la rimozione di pidocchi, pulci e zecche.

Ma nessuno di questi compiti era importante quanto la vera specialità dei barbieri: il salasso, terapia, oggi ovviamente abbandonata.

I barbieri inizialmente pubblicizzavano la propria attività esponendo alla finestra dei grandi boccali ripieni del sangue dei clienti. Successivamente ci si organizzò per trovare un simbolo meno cruento che pubblicizzasse i servizi offerti: ecco che comparve il palo.
Il Palo del barbstory2iere rimandava ad un’asta che veniva data da stringere al paziente durante il salasso, in modo che il braccio restasse orizzontale e le vene risultassero ben visibili a causa dello sforzo. Il pomo in bronzo posto all’estremità del palo simboleggiava il vaso in cui il sangue si raccoglieva.
Nel XVIII secolo le gildstory3e di chirurghi e barbieri vennero distinte e regolate per legge, ma l’insegna con il palo è rimasta fino ai giorni nostri. Recentemente si è riscoperto quell’antico fascino vintage ed ancora oggi in un Barber Shop si rivive un’antica filosofia che pone al centro di ogni cosa la cura e l’attenzione per il cliente.